Italia

Italia
Il candidato sindaco di Milano si definisce " della sinistra progressista". Cioè di quella sinistra di cui la destra ha rubato l'etichetta, evidentemente ambita nonostante le infinite affermazioni che non avrebbe più significato. Non riconoscerla per quel che è significa lavorare per la prossima vittoria delle forze populiste
Carlo Clericetti
Venerdì, 15. Gennaio 2016
Italia
Il presidente Renzi continua a ripetere che il governo ha ridotto le tasse, ma i numeri del dopo-manovra - che nei documenti ufficiali ancora non ci sono - raccontano un'altra storia: nel 2016 pagheremo di più e nei due anni successivi ci saranno altri aumenti
Carlo Clericetti
Venerdì, 1. Gennaio 2016
Italia
La Legge di stabilità realizza una politica di spesa in deficit indirizzata a un target selezionato in base a un criterio di consenso elettorale, anziché di reddito o di condizione sociale. Che esclude perciò le fasce a più basso reddito, che si sono progressivamente allontanate dalla politica
Giovanni Principe
Giovedì, 31. Dicembre 2015
Italia
C'è la sinistra ancora nel Pd, che non vuole accettare che quel partito è ormai perso a una prospettiva progressista. E poi ci sono la neonata Sinistra italiana e Possibile, che costituiscono gruppi parlamentari separati. Eppure i motivi di dissenso non sembrano determinanti. Ricomporli sarà la prima prova che si fa sul serio
Carlo Clericetti
Lunedì, 9. Novembre 2015
Italia
L'esecutivo si scandalizza per due ore di legittima assemblea mentre fioccano scioperi duri nei più importanti musei del mondo, ma intanto riduce ancora i fondi allo 0,19% del Pil, un quarto della Francia, un terzo o meno di Spagna e Austria ed è del tutto assente nell'organizzazione e nella tutela
Vittorio Emiliani
Domenica, 27. Settembre 2015
Italia
Il governo millanta una manovra di finanza pubblica espansiva, ma i numeri del Def lo smentiscono. Il deficit programmatico viene ridotto rispetto a quello di quest'anno, e anche il saldo primario sale. Inoltre l'abolizione delle tasse sulla prima casa darà spiccioli a chi ha più propensione al consumo, quindi l'effetto moltiplicatore sarà quasi nullo. E la crescita resta irrisoria
Ruggero Paladini
Martedì, 22. Settembre 2015
Italia
Tra pochi giorni la scadenza per la raccolta delle firme. Sono tutti temi che riguardano battaglie della sinistra, ma pochi si sono mobilitati. Un pessimo auspicio per la prospettiva di un nuovo soggetto politico in grado di raccogliere tutta l'area progressista
Carlo Clericetti
Venerdì, 18. Settembre 2015
Italia
Invasione che non c’è, costi inferiori ai benefici, nessun lavoro tolto agli italiani. Unica verità, l’inefficienza dello Stato nell’organizzazione dell’accoglienza. La sinistra disinformata e incapace di contrastare con i dati reali la propaganda dei partiti xenofobi
Nicola Cacace
Lunedì, 22. Giugno 2015
Italia
La non piccola parte positiva del ruolo che fu delle partecipazioni statali non è stata sostituita dall'industria privata e l'attuale politica sembra solo rivolta a vendere all'estero ciò che resta del nostro patrimonio di tecnologie e conoscenze. Alcune idee per una politica industriale
Guido M. Rey
Martedì, 21. Aprile 2015
Italia
L’analisi dell’andamento delle componenti del Pil e del loro contributo al reddito mostra che la nostra economia è su un sentiero di "mercantilizzazione povera": crollo degli investimenti, depressi consumi e importazioni, export in modesta crescita forzato dalla mancanza di alternative. Su questa via le condizioni esterne favorevoli non basteranno a riguadagnare il terreno perduto
Leonello Tronti
Venerdì, 20. Marzo 2015

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI