Italia

Italia
Il voto è andato come previsto dai sondaggi, ma vale la pena di notare le balle di Renzi, l'emorragia di elettori dal Pd, le sberle alla Lega e un paio di eccezioni alla debolezza mostrata dal mondo frammentato alla sinistra del Pd: prima di tutto la Napoli di De Magistris, ma anche, davvero inaspettata in una zona tradizionalmente di destra, una lista civica che va al ballottaggio a Latina
Giovanni Principe
Mercoledì, 15. Giugno 2016
Italia
Ricordiamo con commozione l'economista Paolo Leon, scomparso l'11 giugno, pubblicando uno dei suoi ultimi interventi in occasione della presentazione di un libro su Riccardo Lombardi, con cui era stato in stretto rapporto. Una lucida analisi di questa fase politica che si chiude con l'invito a ripensare il cedimento al liberismo e recuperare una autentica cultura socialista
Paolo Leon
Mercoledì, 15. Giugno 2016
Italia
Dopo il primo turno delle amministrative nessuno può cantare vittoria. Dai ballottaggi si potrà ricavare qualche indicazione di politica generale sul destino di Renzi in attesa della prova decisiva del referendum. Più di tutti però ha perso la sinistra, che ha davanti una lunga marcia: ma se non scioglierà alcuni nodi non arriverà da nessuna parte
Carlo Clericetti
Martedì, 14. Giugno 2016
Italia
Per motivi demografici i paesi industriali non riusciranno a far aumentare il Pil a più del 2%, sempre che riescano a migliorare la produttività. Le politiche italiane sono il contrario di ciò che serve per far salire l'occupazione: basta straordinari, ridurre l'orario, incoraggiare il part-time, recuperare i ritardi nei servizi
Nicola Cacace
Giovedì, 26. Maggio 2016
Italia
Sarà per il giorno che non porta bene, ma le stime su Pil e inflazione rese note in quella data rendono già problematici gli obiettivi indicati dal governo: è praticamente certo che il rapporto debito/Pil non scenderà neanche quest'anno e che la crescita sarà inferiore alle previsioni. Intanto incombono le clausole di salvaguardia e il giudizio della Commissione Ue
Giovanni Principe
Domenica, 15. Maggio 2016
Italia
La crisi ha cancellato molti posti di lavoro, soprattutto nel Mezzogiorno, e ne ha mutata la composizione. Un ribilanciamento della tassazione verso i redditi più alti e un uso del ricavato per incentivi alle assunzioni e investimenti potrebbe rilanciare la crescita senza infrangere le norme europee
Giuseppe Cusin
Lunedì, 9. Maggio 2016
Italia
Questo cambiamento pasticciato, insieme a una legge elettorale molto simile al Porcellum che fu bocciato dalla Consulta, serve probabilmente a creare le condizioni per successive trasformazioni della Carta fondamentale, in direzione di un potere sempre più vertcistico con una minoranza in grado di imporre tutte le sue scelte
Umberto Romagnoli
Lunedì, 9. Maggio 2016
Italia
Referendum, leggi di iniziativa popolare, petizioni: sono in corso molte iniziative di democrazia diretta per contrastare la linea neoliberista imposta dall'Europa e accolta dagli ultimi governi e correggere i nefasti provvedimenti su istituzioni, lavoro, scuola, beni pubblici. E' l'occasione per fermare il vento di destra
Alessandro Somma
Lunedì, 9. Maggio 2016
Italia
La Carta non è intoccabile, ma questa riforma - varata da eletti con una legge incostituzionale - ne fa un manifesto del regime tecnocratico-oligarchico che ha come suo punto di riferimento l’esecutivo, attuando il principio secondo cui la partecipazione politica non è più considerata un valore democratico da coltivare, ma un intralcio. Per di più è mal scritta e pasticciata
Gustavo Zagrebelsky
Giovedì, 31. Marzo 2016
Italia
E' stato uno dei migliori economisti del secolo. Un ricordo di quando cominciò a collaborare con Affari & Finanza: in occasione del referendum francese su Maastricht gli chiedemmo di immaginare che sarebbe accaduto se avessero vinto i "no". Riproponiamo il link a quell'articolo
C.Cl.
Giovedì, 10. Marzo 2016

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI