Italia

Italia
La Carta non è intoccabile, ma questa riforma - varata da eletti con una legge incostituzionale - ne fa un manifesto del regime tecnocratico-oligarchico che ha come suo punto di riferimento l’esecutivo, attuando il principio secondo cui la partecipazione politica non è più considerata un valore democratico da coltivare, ma un intralcio. Per di più è mal scritta e pasticciata
Gustavo Zagrebelsky
Giovedì, 31. Marzo 2016
Italia
E' stato uno dei migliori economisti del secolo. Un ricordo di quando cominciò a collaborare con Affari & Finanza: in occasione del referendum francese su Maastricht gli chiedemmo di immaginare che sarebbe accaduto se avessero vinto i "no". Riproponiamo il link a quell'articolo
C.Cl.
Giovedì, 10. Marzo 2016
Italia
Il referendum segnerà la scelta tra l'attuale sistema democratico e uno in cui l'equilibrio dei poteri vene stravolto a vantaggio di quello esecutivo, con il rischio concreto di una limitazione sempre maggiore dei diritti dei cittadini e dei lavoratori
E.L.
Mercoledì, 9. Marzo 2016
Italia
La caduta del governo dell'ex Cavaliere fu il frutto di intrighi dei Palazzi in Italia e in Europa? A distanza di quasi cinque anni rileggiamo quegli avvenimenti per ricostruire le mosse dell'esecutivo, dei leader degli altri paesi e della Banca centrale europea
Ruggero Paladini
Lunedì, 29. Febbraio 2016
Italia
Ci si può dividere sull'asse tra conservatorismo e innovazione piuttosto che su quello destra-sinistra? Nell'editoriale programmatico di Mario Calabresi si afferma di sì. E questo chiarisce da subito quale linea seguirà Repubblica con il nuovo direttore
Scepticus
Domenica, 17. Gennaio 2016
Italia
Il più drammatico è il tasso di occupazione, 10 punti sotto la media europea e 20 rispetto ai paesi più avanzati. E poi c'è l'invecchiamento, record insieme a Giappone e Germania, ma là se ne occupano e noi no. Quali politiche sarebbero necessarie per combatterli
Nicola Cacace
Venerdì, 15. Gennaio 2016
Italia
Il candidato sindaco di Milano si definisce " della sinistra progressista". Cioè di quella sinistra di cui la destra ha rubato l'etichetta, evidentemente ambita nonostante le infinite affermazioni che non avrebbe più significato. Non riconoscerla per quel che è significa lavorare per la prossima vittoria delle forze populiste
Carlo Clericetti
Venerdì, 15. Gennaio 2016
Italia
Il presidente Renzi continua a ripetere che il governo ha ridotto le tasse, ma i numeri del dopo-manovra - che nei documenti ufficiali ancora non ci sono - raccontano un'altra storia: nel 2016 pagheremo di più e nei due anni successivi ci saranno altri aumenti
Carlo Clericetti
Venerdì, 1. Gennaio 2016
Italia
La Legge di stabilità realizza una politica di spesa in deficit indirizzata a un target selezionato in base a un criterio di consenso elettorale, anziché di reddito o di condizione sociale. Che esclude perciò le fasce a più basso reddito, che si sono progressivamente allontanate dalla politica
Giovanni Principe
Giovedì, 31. Dicembre 2015
Italia
C'è la sinistra ancora nel Pd, che non vuole accettare che quel partito è ormai perso a una prospettiva progressista. E poi ci sono la neonata Sinistra italiana e Possibile, che costituiscono gruppi parlamentari separati. Eppure i motivi di dissenso non sembrano determinanti. Ricomporli sarà la prima prova che si fa sul serio
Carlo Clericetti
Lunedì, 9. Novembre 2015

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI