Europa

Europa
Angela Merkel continua a dire no a qualsiasi politica anticrisi che non sia di tagli ai bilanci dei paesi con forti deficit e ha imposto questa linea all’Europa. Ma in questo modo è tecnicamente impossibile che riescano a risanarsi e si fa concreto il rischio di un loro default o uscita dall’euro. Solo qualche segnale lascia un filo di speranza
Ruggero Paladini
Mercoledì, 29. Dicembre 2010
Europa
Il ministro ha definito il recente accordo “perfettamente gestibile” per l’Italia, ma questo ottimismo non sembra giustificato. L’ipotesi di basarsi sulla somma di debito pubblico e privato porterebbe a risultati paradossali e i “rigoristi a oltranza” (la tedesca Mrkel e la Bce) non hanno ancora deposto le armi
Rosita Donnini
Lunedì, 8. Novembre 2010
Europa
Storia e posizioni politiche di Miliband, il nuovo segretario del Labour. Che su alcuni punti (per esempio i tagli alla spesa pubblica e i programmi sugli armamenti) appare prudente, ma ha delineato chiaramente la fine del blairismo
Angelo Gennari
Domenica, 17. Ottobre 2010
Europa
Pesanti manovre di tagli persino in Germania dove sarebbe stato necessario e opportuno il contrario. La crisi viene utilizzata come un’occasione straordinaria per smantellare i sistemi di tutela sociale, deregolare ulteriormente il mercato del lavoro, attaccare i sistemi pensionistici pubblici
Antonio Lettieri
Giovedì, 17. Giugno 2010
Europa
Si mette in discussione la stessa esistenza della moneta unica, che pure era nata al culmine di un momento di magnificenza per l’Europa. Bisognerebbe invece riconoscere che la crescita anemica e l’attuale crisi sono il frutto di politiche radicalmente sbagliate
Antonio Lettieri
Venerdì, 28. Maggio 2010
Europa
Il vecchio detto “Il dito indica la luna, lo sciocco guarda il dito” si può applicare alle ricette delle istituzioni e dei governi dell’Unione, che non avranno altri effetti che ostacolare la già debole ripresa. Nulla verso le cause strutturali, la sperequazione del reddito e la mancanza di investimenti
Rosita Donnini
Domenica, 16. Maggio 2010
Europa
Nell'ultimo decennio le economie dei Piigs (Portogallo, Italia, Irlanda, Grecia, Spagna) hanno avuto andamenti molto diversi: gli ultimi tre sono cresciuti a un ritmo doppio della media europea. In ognuno gli scompensi emersi derivano da cause specifiche. Il motivo per cui il modello tedesco non può essere quello dell'intera Ue
Ruggero Paladini
Giovedì, 1. Aprile 2010
Europa
Perché l’Unione europea non assiste la Grecia? Il problema di fondo è l'inconsistenza delle politiche dell’Unione europea e la sua permanente vocazione deflazionista
Antonio Lettieri
Mercoledì, 24. Marzo 2010
Europa
Il crollo dei socialdemocrati ha fatto parlare di trionfo della Merkel. In realtà il centro destra è al 48%, la sinistra (Spd, Linke e Verdi) al 46. La Spd, come altri partiti socialisti europei, ha pagato l'adesione al riformismo senza principi ispirato alle politiche neoliberiste
Antonio Lettieri
Domenica, 18. Ottobre 2009
Europa
La Carta di Nizza rischia di cadere nell'irrilevanza, mentre si svuotano alcune libertà sostanziali dei lavoratori. Ne sono una testimonianza le acrobazie verbali e argomentative della Corte di giustizia e le capriole dialettiche dei tecnocrati di Bruxelles nel tentativo di accreditare la flexi-security.
Umberto Romagnoli
Martedì, 5. Maggio 2009

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI