Alfredo Recanatesi

Italia
Ancora una volta, pressati dall’emergenza, si chiede ai lavoratori moderazione e disponibilità “per il bene del paese”. Ma questa è la ricetta che viene ormai applicata da molto tempo, con pessimi risultati. La strada per spezzare la spirale negativa è un’altra
Alfredo Recanatesi
Giovedì, 2. Febbraio 2012
Italia
Andrebbe usata non per abbattere il debito pubblico, ma per ridurre la pressione sui redditi da lavoro, in modo da alimentare la domanda e spezzare il circolo vizioso che frena lo sviluppo, A suo favore, oltre a ragioni storiche e di equità, il fatto che può essere uno strumento di politica industriale
Alfredo Recanatesi
Giovedì, 3. Marzo 2011
Economia
E’ diventata grande in un mercato protetto e di prima motorizzazione, specializzandosi nelle vetture da fascia bassa che non consentono grandi margini di profitto. Oggi continua ad avere successo nei paesi che ancora richiedono questo tipo di auto (Brasile, Polonia, Turchia), ma è assente nei segmenti adatti a paesi a più alto reddito. Che Marchionne pensa di coprire non con Fiat, ma con Chrysler
Alfredo Recanatesi
Lunedì, 8. Novembre 2010
Economia
La Panda è la Fiat che dà meno margini di guadagno. Scegliere di costruire qui un modello del genere, che le altre case producono nei paesi emergenti, significava di per sé dover ottenere condizioni del lavoro simili a quelle. Che poi, magari, saranno replicate in altri stabilimenti
Alfredo Recanatesi
Mercoledì, 16. Giugno 2010
Italia
Il "fisco diverso" invocato nell'articolo di Maurizio Benetti dovrebbe preoccuparsi anche di riequilibrare il prelievo, alleggerendo quello sul lavoro dipendente e attingendo invece risorse dall'abnorme massa di attività finanziarie che si è formata come contraltare dell'altrettanto gigantesco debito pubblico
Alfredo Recanatesi
Giovedì, 5. Novembre 2009
Lavoro
L'idea che si va diffondendo di collegare questi due fattori non è solo ingiusta, ma soprattutto è dannosa per l'economia: premia le imprese inefficienti permettendo loro di sopravvivere, riducendo la competitività del sistema nel suo insieme
Alfredo Recanatesi
Domenica, 27. Settembre 2009
Lavoro
Secondo i dati del Fondo monetario la quota di Pil destinata alla remunerazione del lavoro è scesa nell’Europa continentale dal 73,1% del 1980 al 63,6% del 2005. La globalizzazione, non regolata da adeguate politiche, ha spostato i rapporti di forza faticosamente costruiti nel secolo scorso
Alfredo Recanatesi
Giovedì, 10. Maggio 2007
Italia
Ci sono molti buoni motivi per ripristinare la tassazione della successione, del resto prevista nel programma del centro sinistra: anche se il gettito dovesse essere simbolico
Alfredo Recanatesi
Venerdì, 15. Settembre 2006
Italia
Un provvedimento che, nella nuova realtà del mondo globalizzato, appare poco adatto ad essere davvero di qualche utilità per le sfide che la nostra industria deve affrontare. Di fatto, finirà per dare un sostegno, per giunta modesto, al vecchio modello di sviluppo invece di stimolarne il cambiamento
Alfredo Recanatesi
Martedì, 23. Maggio 2006
Economia
Gli ultimi dati Istat spiegano molte contraddizioni. Se si fa il conto dei posti ad orario di lavoro completo, l'occupazione è diminuita (e dunque il Pil non cresce). Insomma più persone lavorano, ma dividendosi la torta di prima. C'è stata inoltre la dimostrazione che non era la flessibilità il problema delle imprese
Alfredo Recanatesi
Lunedì, 6. Marzo 2006

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI